Sugar wax for sensitive skin Molte di noi si torturano con la ceretta per avere le gambe lisce e morbide, e spesso si ricorre all’aiuto dell’estetista per rendere l’esperienza il più veloce e indolore possibile.  Farsi la ceretta in casa però ha il vantaggio di costare molto meno e si può fare con comodità quando vuoi tu.  

Come avrete forse già scoperto, non tutte le cerette sono uguali: alcune irritano la pelle, altre spezzano il pelo risultando in peli incarniti, ed altre ancora sono talmente appiccicose che rovinano tutto quello con cui vengono a contatto!  Ma oggi condividerò con voi la ricetta per una ceretta allo zucchero delicata, efficace, economica, e con ingredienti che probabilmente avete già in casa.

Perché funziona

Non avendo altre sostanze chimiche per renderla più aggressiva, la ceretta allo zucchero ha la qualità di attaccarsi solo al pelo e non alla pelle, così che quando arriva quel terrificante momento dello strappo della striscia, non si ha quel dolore intenso.

Nonostante questa alternativa sia più delicata di quelle commerciali, è importante però ricordare che ci sono molti fattori che contribuiscono al dolore che si sente durante la ceretta: l’esperienza della persona che la fa, la sensibilità della pelle, e la percezione individuale del dolore.

Perché usare la ceretta allo zucchero

Questa formula viene spesso venduta nei negozi come alternativa per le pelli sensibili proprio perchè si attacca bene ai peli ma non alla pelle, diminuendo la possibilità di irritazione alla cute.  Uno dei vantaggi pratici più grossi è la sua qualità idrosolubile; questo è importante perchè se ti capita di di farne cadere un po su una superficie o sui vestiti  (come succede spesso a me) potrai facilmente sciacquarlo via.

Perché fare la ceretta in casa

Questa ceretta è semplicissima da fare e utilizza ingredienti che molti di noi abbiamo già in cucina.  Si potrebbe sicuramente comprarlo già pronto in profumeria, ma se siete interessate a creare meno spreco, risparmiare, e/o sapere esattamente cosa vi state spalmando sul corpo questa è l’opzione migliore; fidatevi che una volta che lo proverete e scoprirete quanto sia semplice farlo velocemente, vi renderete conto di quanto sia uno spreco in tutti i sensi andarlo a comprare.

La ricetta

Ci sono tante ricette diverse su internet e dopo averle provate quasi tutte credo di aver trovato la ricetta più semplice ed efficace:

Ingredienti

  • 200 g zucchero di canna (va bene anche quello bianco ma trovo che quello di canna rende una consistenza migliore)
  • 28 g succo di limone (uguale a circa 2 cucchiai da minestra)
  • 28 g acqua (uguale a circa 2 cucchiai da minestra)

Preparazione

Mettere tutti gli ingredienti in un pentolino su un fornello alla temperatura più bassa e mescolare il tutto lentamente e costantemente. Noterete che dopo che si saranno sciolti i granellini di zucchero cominceranno a formarsi delle piccole bolle e schiuma ai bordi; continuate a mescolare lentamente per altri circa 5 minuti per impedire che si bruci la miscela. Se usate lo zucchero bianco saprete che è pronto quando si trasforma in un colore ambrato come il miele, ma se invece usate lo zucchero di canna dovrete affidarvi inizialmente ai 5 minuti di cottura a fuoco basso e man mano le prossime volte riuscirete ad avere un senso migliore di quando sarà pronta.

Come usarlosugar waxed legs

Prima di tutto ricordatevi che avete appena fatto una miscela di zucchero liquido e bollente che potrebbe ustionarvi se lo utilizzate troppo in fretta. Io lo lascio nel pentolino in cui l’ho sciolto per comodità, ma potrete trasferirlo in qualsiasi contenitore di vostra scelta resistente al calore e isolante in modo da tenere la ‘cera’ calda più a lungo.  Per spargerlo potrete usare qualsiasi utensile simile a quello usato dagli estetisti, come un bastoncino dei ghiaccioli o addirittura un coltello da tavola.

Aspettate almeno 10 minuti prima di provarlo sulla pelle; la consistenza dovrebbe essere quella di un miele semi-liquido e vi suggerisco di testare la quantità di non più di una goccia spalmata sulla pelle per capire se la temperatura va bene. Questa ceretta dovrebbe essere calda ma non così tanto da bruciarvi!

Una volta che avrà raggiunto la temperatura giusta, spalmate la cera contropelo, appiccicateci una striscia (vedi sotto) e con un gesto deciso e veloce strappate la striscia verso la crescita del pelo.  Per molte cerette tradizionali la regola è che si sparge verso la crescita e si strappa contropelo, ma con questa formula funziona meglio l’inverso.  

Dopo che avrete ottenuto una pelle liscia senza peli, usate un emolliente per lenire l’area.  Ho scritto un post dedicato a un ottimo olio post-epilatorio, e se volete mantenere una pelle sana e radiante dall’interno cliccate qui per scoprire i benefici del body brushing.

Suggerimenti

  • Se la cera sembra essere troppo liquida anche dopo che si raffredda, può essere che la miscela non si sia ‘cotta’ abbastanza. Provate a riscaldarlo altri 5 minuti sul fornello.
  • Se la cera si è raffreddata e indurita troppo prima della fine dell’uso, rimettetelo sul fornello a riscaldare altri 3-4 minuti.
  • Ho suggerito lo zucchero di canna proprio perchè rimane più malleabile e spalmabile più a lungo in confronto allo zucchero bianco e lo tengo nel pentolino per praticità nel caso dovrò rimetterlo a riscaldare per qualsiasi morivo.
  • Se la cera sembra troppo appiccicosa e impregna le strisce troppo velocemente è possibile che avete usato troppo limone. Provate a riscaldarlo qualche minuto in più sul fornello per favorire l’addensamento della miscela.

Strisce per la ceretta

Ovviamente potreste comprarle, ma essendo un’aspirante zero-water vi suggerisco di utilizzare strisce di tessuto in puro cotone (da uno straccio o indumento vecchio) che potreste addirittura mettere a bagno e lavare/riutilizzare, o utilizzare delle strisce ritagliate da vecchi giornali.

Supporta questo blog

Ho personalmente usato e/o studiato ognuno dei prodotti riportati qui sopra. Se fate acquisti tramite questo link, non vi sara' addebitata nessuna spesa aggiuntiva, ma mi permetterà di ricevere una piccola percentuale sulla vendita per continuare a gestire questo bl