disinfectants naturally in italyAmmetto che le pubblicità che promettono di uccidere il 99,9% dei batteri e altre schifezze mi fanno venire voglia di disinfettare tutto per proteggere me, la mia famiglia, e la mia casa… d’altronde chi è che non vuole essere pulito e libero dai cattivi, invisibili germi che causano malattie?! Il problema è che ci sono alcuni importanti aspetti negativi a questi prodotti e che spesso non fanno quello che noi pensiamo.

Ecco 4 ragioni perché i disinfettanti chimici non sono adatti, e spesso inutili, per l’utilizzo in casa:

1. I disinfettanti devono rimanere BAGNATI su una superficie per una determinata quantità di MINUTI su qualsiasi superficie per essere efficaci

Controllate qualsiasi istruzioni riportate sul contenitore di un disinfettante e noterete che c’è scritto di lasciarlo bagnato su una superficie dai 3 ai 15 minuti! Non so voi ma io ho trovato questo dato scioccante, specialmente perchè (e non credo di essere l’unica) solitamente lo spruzzavo su una superficie e subito dopo ripassavo con uno straccio…esattamente come nelle pubblicità. Invece ho scoperto che stavo solo spalmando e buttando nel cestino del liquido senza trarne alcun beneficio!

2. C’è una grande differenza tra un detergente e un disinfettante: un detergente non disinfetta e un disinfettante non deterge

Se pensate quindi di pulire il WC con un disinfettante non è così: se lasciate il disinfettante sulla superficie per i minuti specificati dalle istruzioni (come spiegato sopra) riuscirete forse ad uccidere i germi presenti, ma non avrete pulito le particelle di impurità accumulate che con il tempo attraggono e proteggono altri batteri patogeni.

3. I disinfettanti funzionano perché sono velenosi

L’attività antimicrobica di questi prodotti non è solo dannosa per i virus, i batteri e i funghi, ma è anche dannosa per qualsiasi altro tipo di organismo, incluso il nostro.  Ovviamente, la maggior parte dei disinfettanti per la casa non causano danni evidenti quando vengono a contatto con la nostra pelle, ma sono irritanti e spesso causano tosse e broncospasmi che sono particolarmente dannosi per quelli che soffrono di malattie delle vie aeree, come asma e bronchiti.  Il punto è che questi prodotti chimici non fanno bene ai nostri corpi e che dovrebbero essere utilizzati con molta cautela, specialmente quando si parla di bambini che esplorando vengono a contatto con superfici spesso spalmate con uno strato di disinfettante.

4. C’è una grossa differenza tra la disinfezione necessaria in un ospedale e la pulizia che mantiene una casa sana

Spesso in TV vedo pubblicità dove una mamma che lavora in ospedale raccomanda di utilizzare le pratiche disinfettanti comuni nell’ambito sanitario per le pulizie in casa. Ma riflettiamo su questa falsa correlazione: gli ospedali hanno giustamente necessità di disinfettare perchè al loro interno ci sono pazienti con un sistema immunitario compromesso che non gli permette di essere immuni a batteri e virus che solitamente non hanno alcun effetto sulla popolazione sana; i disinfettanti in ospedale sono molto utili per proteggere i pazienti con sistemi immunitari compromessi, ma non sono particolarmente utili per proteggere il personale sanitario sano da malattie.  Una casa invece è un ambiente completamente diverso dove difficilmente si trovano patogeni dannosi. Anche se qualcuno ha un’influenza o altra malattia contagiosa potresti disinfettare tutte le superfici che vuoi, ma appena quella persona starnutisce in tua presenza o ti tocca il tuo corpo viene a contatto con quei patogeni. E’ per questo che l’unico modo scientificamente provato (e sostenuto da medici esperti) per proteggere la famiglia dalle malattie contagiose è di semplicemente lavarsi le mani con acqua e sapone.

Disinfectants Naturally in ItalyCome mantenere una casa sana senza l’uso dei disinfettanti chimici

Usare regolarmente sapone e acqua per le pulizie

Pulire con acqua e sapone non uccide la maggior parte dei patogeni, ma li elimina dalla superficie lavata; il sapone si lega a qualsiasi particella con cui viene a contatto, come batteri e virus, e quando viene sciacquato via porta con se le impurità accumulate.  

E’ importante però ricordare che qualsiasi patogeno non salta da una superficie direttamente all’interno del corpo, ha bisogno di un veicolo per entrare, come le nostre mani sporche che toccano un giocattolo e che poi strofinano gli occhi.  Quindi come ho scritto sopra, lavarsi le mani è più importante della pulizia delle superfici per mantenere la salute. E per quanto riguarda i saponi antibatterici, finora nessuno studio scientifico ha dimostrano che quello antibatterico sia più efficace di quello classico.

Gel ‘disinfettante’ fai da te

Per quelle situazioni dove ti ritrovi senza possibilità di usare acqua e sapone c’è un’alternativa naturale al gel disinfettante.  La maggior parte dei più comuni gel in commercio sono composti di acqua e alcol gelificato, e dopo qualche esperimento sono riuscita a creare una ricetta naturale con lo stesso principio attivo. Potete trovarlo qui: Gel ‘disinfettante’ per le mani.

E per disinfettare il tagliere dove appoggio la carne cruda? O per disinfettare il WC sporco?

Ci sono migliaia di tutorial e ricette naturali per questi tipi di pulizie ma io uso solitamente 3 cose per i lavori più sporchi:

  • Acqua ossigenata: dimostrato ad avere proprietà antibatteriche contro l’escherichia coli (batterio che spesso viene trasmesso dai cibi animali crudi)
  • Alcol: sia quello denaturato che quello superalcolico
  • Acido citrico: presente nei limoni e facilmente acquistabile in granuli da qualsiasi negozio bio, assiste nell’eliminazione dei batteri. Infatti ho creato un’efficace anticalcare naturale e un lavapiatti ai limoni profumatissimo che funzionano benissimo grazie al loro contenuto di acido citrico.  

Capisco che eliminare disinfettanti chimici dalla vostra routine di pulizia possa essere un passo difficile e che molti siano scettici dell’efficacia dei prodotti naturali, specialmente quando ci sono pubblicità per prodotti che promettono di proteggere la tua famiglia da malattie contagiose, ma la ricerca scientifica dimostra che queste alternative naturali condivise sopra sono valide e più sicure per la salute di tutti.  

Per avere una casa sana e pulita la soluzione è più semplice di quanto possa sembrare: basta lavare le cose, e specialmente le mani, regolarmente. Saranno almeno 10 anni che non uso disinfettanti chimici, e da allora sia io che la mia famiglia continuiamo a mantenere una casa sana usando varie combinazioni dei seguenti prodotti naturali:

  • Aceto
  • Acqua ossigenata
  • Sale
  • acido citrico
  • Bicarbonato di sodio
  • Percarbonato di sodio (sodio da bucato)
  • alcool a gradazione alta (come quello etilico o addirittura la vodka)
  • Sapone di marsiglia naturale
  • Oli essenziali con proprietà disinfettanti come quello di timo

Riferimenti:

Supporta questo blog

Ho personalmente usato e/o studiato ognuno dei prodotti riportati qui sopra. Se fate acquisti tramite questo link, non vi sara' addebitata nessuna spesa aggiuntiva, ma mi permetterà di ricevere una piccola percentuale sulla vendita per continuare a gestire questo bl